Limiti all’ingresso di dipendenti in società

ESPERTO RISPONDE
CATEGORIA: Contributi previdenziali e assistenziali


Limiti all’ingresso di dipendenti in società

Tre dipendenti di una Srl artigiana possono diventare soci con quote del 7%, rimanendo a tempo indeterminato e full time della stessa? È possibile che questi compensino i contributi dello stipendio fisso con i versamenti Ivs (invalidità, vecchiaia, superstiti) che dovranno fare per diventare artigiani?


La soluzione prospettata è consentita purché i lavoratori non assumano incarichi di amministrazione e gestione della Srl.
L’obbligo di iscrizione alla gestione artigiani Inps scatta se si partecipa personalmente al lavoro aziendale in posizione diversa rispetto ai compiti assolti in qualità di dipendenti (ad esempio, uno dei sci; dipendente con certe mansioni, ha all’interno della società un incarico commerciale). Inoltre, tale attività all’interno della Srl in qualità di socio lavoratore dev’essere abituale e prevalente rispetto a quella di dipendente. Solo a queste condizioni sorge l’obbligo di versare i contributi Inps alla gestione artigiani, che in ogni caso dovranno essere versati separatamente e distintamente dai contributi versati all’Ago (assicurazione generale obbligatoria) Inps in qualità di dipendenti.

Fonte: Il Sole 24 Ore. 



VISITE: 412
AUTORIZZAZIONE UTILIZZO COOKIE
Ok
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookies. Maggiori informazioni